Torna alla pagina precedente 05/04/2017

Jakub, 31

Come ti descriveresti in una frase?
Jakub Kubica, 31. Mi considero un tipo sofisticato, il meglio che si può trovare, un tipo spensierato che ama la città.

Cosa ti appassiona?
Teatro. Arte. Fiori. Abbastanza ambivalente, adoro sia l’architettura industriale degli inizi del 20° secolo, che gli angoli verdi in ogni città. Amo le serre e i giardini, i parchi e i corsi d’acqua, i luoghi in cui l’acqua evapora liberamente dalla terra e dove gli alberi proiettano ombre. Amo Troja, con il suo giardino botanico di Praga, e Holešovice, l’ex quartiere altamente industriale, spazio che al momento viene reinventato da giovani anime creative.

Cosa rende Praga speciale per te?
La gente di Praga è molto accogliente e molto consapevole socialmente e politicamente; proviene da tutta la Repubblica Ceca e da altri paesi. Ed è per questo che Praga attira altre persone di mentalità aperta che hanno a cuore e amano discutere le questioni sociali, diffondere le idee e condividere le loro esperienze.

Praga offre infinite possibilità di rendere il proprio giorno perfetto.

Io personalmente amo concludere la mia giornata visitando una delle tante produzioni teatrali, o un concerto dell’Orchestra Filarmonica di Praga.

Quali sono i tuoi posti preferiti?
Per mangiare, mi piace il “Phill’s 27”. VNITROBLOCK – per una tazza di caffè e comprare alcune piccole cose bellissime ad opera di designer locali nel concept store. Durante le giornate di sole, un bicchiere di vino al ST. CLAIRE´S VINEYARD. O una bottiglia. È locale.

Da non perdere, il bellissimo edificio di Veletržní Palác con l’affascinante collezione di arte moderna della GALLERIA NAZIONALE.

Krymská o Náplavka – per rilassarsi durante i weekend. Molto alla moda.

Come descriveresti Praga in una sola parola?
Eccitante!

C’è qualcos’altro che vorresti aggiungere?
Vieni a vedere di persona e soggiorna da noi.